Cucina siciliana a Taormina

Déjà Vu Restaurant propone specialità della cucina siciliana a Taormina, realizzate con materie prime del territorio, come formaggi tipici, burrata e mozzarella di bufala provenienti dai caseifici locali. La cucina siciliana di Taormina così come nel resto dell’isola è molto complessa ed articolata, che mostra influenza di tutte le culture stabilitesi in Sicilia negli ultimi due millenni. Si tratta di una gastronomia molto sana poiché impiega ingredienti “leggeri” che fanno bene all’organismo se pure molto gustosi. Si usa ad esempio soltanto l'olio extravergine d'oliva e gli ingredienti principali sono quasi esclusivamente vegetali o marini e la carne è usata raramente. Per dare sapore ai piatti nella cucina siciliana si impiegano molto le spezie e frutta secca tra cui menta, salvia, cipolle e finocchietto selvatici, pinoli, alloro, basilico, salvia, uva passa, cipolle e finocchietto selvatici, prezzemolo e rosmarino. Vengono anche molto usati ingredienti come pangrattato tostato, scorza d'arancia e succo di limone.

Il sapore molto caratteristico di questo tipo di cucina è l’agrodolce mentre tra gli ingredienti più usati ci sono le mandorle, nocciole e pistacchi, sia nella preparazione di dolci e di bevande che per condire riso e pasta. In alcune zone dell’isola, come ad esempio in provincia di Trapani è molto usato il cuscus, preparato in casa con la semola di grano duro, chiara influenza della cucina africana.
Esistono numerose varietà di pane siciliano, le cui pagnotte sono arricchite con il sesamo. Nella preparazione dei dolci è usata frequentemente la ricotta, un esempio sono i famosissimi cannoli nel cui ripieno c’è appunto la ricotta dolce, frutti canditi e scagli di cioccolato. A Palermo è molto noto il dolce “Setteveli" poiché adoperato in sette varietà diverse di cioccolato. 


Per quanto riguarda Taormina e tutta l’area della provincia messinese, esistono dei piatti tipici del territorio. Tra i cibi di strada i più noti forse sono gli Arancini che rientrano nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Altrettanto famosa è la mozzarella in carrozza, dove la mozzarella è chiusa tra due fette di pane in cassetta passate nell'uovo e nel latte e poi fritte, e il pidone una sorta di calzone fatto a mezzaluna cotto o fritto o in forno. Tra gli antipasti spicca invece la caponata fatta con vari ortaggi fritti e conditi con sugo di pomodoro, sedano, cipolla, olive e capperi, in salsa agrodolce e tra i primi la pasta con le sarde. Questo piatto in cui fondamentale è l’uso di pesce fresco e, dunque, stagionale, è anch’esso inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Nei secondo invece il grande protagonista è il pesce. Le ricette più tradizionali sono le sarde a beccaficu alla messinese, lo stocco alla ghiotta, l’impanata di pesce spada e il Baccalà alla messinese.